Il precedente articolo sulle tabelle ci ha mostrato come inserire una tabella in un nuovo foglio di Word 2007. Una panoramica veloce ha anche mostrato quali schede della Ribbon permettono una veloce formattazione e impostazione della grafica per la tabella inserita.

L’uso principale che si fa di una tabella è quella di inserimento di dati disposti su righe e colonne e, dove necessario, righe di intestazione e totali.

Vediamo come gestire queste righe e colonne.


Aperto un nuovo documento vuoto di Word 2007, procediamo ad inserire una tabella. Per l’esempio usiamo le impostazioni di base offerte dal software, quindi cinque colonne e due righe, lasciando invariate le opzioni della finestra Inserisci tabella.

Posizionato il cursore nella prima cella, si procede alla digitazione del testo. Scriviamo Progressivo, che sarà l’etichetta della prima colonna che conterrà un numero progressivo per le righe che andremo ad inserire successivamente.

Per passare alla seconda cella, a destra della precedente, è sufficiente premere il tasto TAB sulla tastiera. Il cursore viene posizionato all’inizio della cella successiva. Tale tasto permette di muoversi agevolmente all’interno delle tabelle senza l’ausilio del mouse, quindi senza dover allontanare le mani dalla tastiera e rendere il lavoro più veloce e agevole.

Scrivere Cognome, Nome, Indirizzo, N. telefono nelle celle successive per completare la prima riga delle intestazioni.

La pressione del tasto TAB, quando il cursore è posizionato nell’ultima cella della riga, lo fa saltare alla prima cella della riga successiva. Si può, quindi, continuare a digitare il testo per le successive celle della riga.

tabella dati con riga di intestazione e una riga con i dati di esempioDa notare come le informazioni nella colonna indirizzo siano andate su due righe. Il testo era troppo lungo per essere contenuto nella larghezza della colonna. Penseremo poi a questa cosa.

Il cursore è posizionato sull’ultima cella della seconda riga. La pressione del tasto TAB crea una nuova riga della tabella, posizionando il cursore sulla prima cella. In questo modo è possibile continuare a inserire i dati e a creare tutte le righe necessarie. Inserire i seguenti dati nella nuova riga.

tabella con nuova riga di dati inseritiPer lo scopo del post questa tabella è sufficiente così. Vediamo ora le procedure per la selezione di testo, celle, righe, colonne e intera tabella.

Le procedure di selezione nella tabella

Per selezionare il testo in una cella è sufficiente fare un trascinamento con il mouse sul testo desiderato. Inoltre, trascinando il mouse da una cella ad un’altra, si ottiene la selezione delle celle su cui questo è passato. In questo modo è possibile selezionare una regione di celle ben precisa (ad esempio tutti i dati numerici nella tabella) o l’intera tabella iniziando la selezione dalla prima cella fino all’ultima.

Per selezionare una cella, è necessario posizionare il mouse nell’angolo in basso a sinistra. La freccia si trasforma in una freccia nera obliqua. Un clic del tasto sinistro selezionerà l’intero contenuto della cella.

Per selezionare una riga, il mouse deve essere posizionato subito fuori la tabella, in modo che la sua punta sia all’altezza della riga desiderata. Anche in questo caso la freccia si trasforma e la punta viene rivolta verso destra. La pressione del tasto sinistro seleziona l’intera riga.

Per selezionare più righe, quindi, è sufficiente tenere premuto il tasto sinistro e far scorrere il mouse per tutte le righe che si intende selezionare e, infine, lasciare il pulsante.

Procedura simile per la selezione delle colonne. Il mouse, posizionato sopra una colonna, prende la forma di una freccia nera rivolta in basso. La pressione del tasto sinistro seleziona la colonna e il trascinamento, eventualmente, seleziona l’intera tabella.

Quando il mouse è posizionato all’interno della tabella, nell’angolo in alto a sinistra viene visualizzato un piccolo quadrato con una freccia a quattro punte. Posizionando all’interno di questo il mouse, un clic del tasto sinistro seleziona l’intera tabella. Tenendo, invece, premuto il tasto sinistro su questo comando, è possibile spostare la tabella in una diversa posizione sul foglio.

Queste procedure di selezione ci possono servire per cancellare il testo contenuto in una cella, premendo il tasto BACKSPACE (sopra il pulsante Invio) o CANC.

Quando una riga è selezionata, l’uso del tasto CANC permette la cancellazione del testo contenuto nell’intera riga. Utilizzando, invece, il tasto BACKSPACE, sarà cancellata l’intera riga.

Naturalmente, la selezione di righe o colonne permette l’applicazione dei comandi di formattazione al testo contenuto nella parte di tabella selezionata.

Modificare la dimensione di righe e colonne

All’inserimento della tabella sul foglio, nella finestra Inserisci tabella si sono lasciate le impostazioni di base.

Nelle opzioni di adattamento automatico si è lasciata selezionata la Larghezza fissa colonne con valore Auto.

La tabella si è posizionata sul foglio con 5 colonne, tutte con la medesima dimensione ripartita ugualmente per l’intera larghezza del foglio, dal margine sinistro a quello destro.

All’inserimento dei dati, la colonna Indirizzo è risultata essere piccola per contenere i dati su una sola riga. Il posizionamento del testo su due righe aumenta l’altezza della riga.

Le colonne precedenti, invece, contengono dati che non occupano per intero lo spazio orizzontale a loro disposizione.

Possiamo, quindi, ridurre la larghezza di queste colonne per far sì che il contenuto della cella Indirizzo possa disporsi su una sola riga.

Posizionando il mouse sul bordo che divide la prima colonna dalla seconda, si nota che il mouse cambia forma. Tenendo premuto il pulsante sinistro, si vede comparire una linea tratteggiata che passa proprio su questo bordo verticale. Questo ci avverte che il bordo è stato agganciato dal mouse.

Adesso è possibile trascinare il bordo verso sinistra, avvicinandolo al testo e riducendo, di conseguenza, la dimensione orizzontale della prima colonna.

Ripetendo questa operazione per le colonne che precedono l’Indirizzo, si possono adattare le dimensioni secondo necessità, come si può vedere nella figura sotto.

tabella con colonne ridimensionateAdesso tutti i dati sono disposti su una sola riga, cosa che ne migliora la lettura e l’individuazione delle righe senza eccessiva difficoltà.

Volendo modificare l’altezza delle righe, si usa la procedura analoga, agendo sui bordi orizzontali e aumentando o diminuendo la dimensione. L’aumento dell’altezza di una riga serve ad aumentare lo spazio tra una riga e l’altra, quindi a migliorare la lettura dei dati.

In questo caso, entra in gioco l’allineamento verticale dei dati. Per impostazione predefinita, il testo è posizionato in alto e i comandi per modificare tale allineamento si trovano nella scheda Strumenti tabella | Layout nel riquadro Allineamento della Ribbon.

Volendo solo aumentare la spazio tra le righe, è possibile selezionare il testo e assegnare una Spaziatura prima e dopo il paragrafo, di 3 o 6 pt, oppure una dimensione che si ritiene adeguta.

La scelta di una procedura rispetto all’altra dipende solamente dal risultato che si vuole ottenere e dalle scelte dell’utente. L’esperienza, come sempre, darà i suoi suggerimenti nel tempo.

Inserire ed eliminare righe e colonne

Pur analizzando preventivamente la situazione e i dati da inserire in una tabella, può succedere di dover aggiungere in un secondo momento righe o colonne alla nostra tabella.

Gli strumenti si trovano si trovano nel riquadro Righe e colonne nella scheda Strumenti tabella | Layout.

dettaglio riquadri layout tabelle

Il primo pulsante in figura permette l’eliminazione di righe, colonne e celle.

I pulsanti successivi permettono l’inserimento di righe sopra e sotto la cella o la riga in cui è posizionato il cursore, così come l’inserimento delle colonne prima e dopo.

In caso di necessità, ci sono i pulsanti per unire o dividere celle o l’intera tabella, racchiusi nel riquadro Unione.

La dimensione delle righe e delle colonne può essere adattata a misure ben precise grazie ai comandi Adatta, Altezza e Larghezza del riquadro Dimensioni cella.

Dopo aver aumentato o diminuito l’altezza o la larghezza delle righe o colonne della tabella, volendo impostare la stessa dimensione per tutte, i comandi Distribuisci righe e Distribuisci colonne permettono di dividere lo spazio totale dell’altezza delle righe o la larghezza delle colonne tra tutte le righe o colonne che formano la tabella.

Il loro utilizzo diventa ben chiaro una volta applicato.

Dopo aver inserito i dati, gestito le dimensioni di righe e colonne o dell’intera tabella, non rimane che formattare la tabella secondo necessità.

Nel precedente post avevo fatto una breve introduzione alle formattazioni automatiche disponibili in Word 2007. In un post successivo vedremo come formattare manualmente una tabella.